O FIGLI CARI. Non per memoria, ma per i giorni che strisciano

SABATO 19 DICEMBRE IN SCENA UNO SPETTACOLO PER RIFLETTERE SU RESISTENZA E MEMORIA TRA MITO, STORIA E PRESENTE

Al Teatro Comunale di Carpi lo spettacolo che chiuderà il programma di DNA Memoria per i 70 anni della Liberazione.
Gli spettatori potranno partecipare donando generi di prima necessità alla Banca del Tempo, che li destinerà alla Caritas, all’interno del progetto S-CAMBIO IL TEATRO.

Resistenza, Memoria e Solidarietà saranno i cardini del progetto che, prendendo le mosse dalla vicenda dei sette fratelli Cervi, si interroga su che cos’è la resistenza oggi, rivolgendosi soprattutto ai giovani. “Bisogna pensare al raccolto” direbbe papà Cervi.

I generi richiesti sono: olio, farina, scatolame, latte a lunga conservazione, conserva, riso, generi alimentari non deperibili, pannolini per bambini e prodotti per l’igiene personale.

Sarà possibile consegnarli nei seguenti punti di prevendita:

  •  Sede Banca del Tempo, via De Amicis 59, ogni mercoledì dalle ore 16 alle 18 (via De Amicis, 59. Telefono 389.9062779 / 366.5446724 – bancadeltempocarpi@gmail.com);
  • Negozio sfitto in via Carducci, tutte le mattine dalle ore 10 alle 13 a partire dal 9 dicembre (via Carducci, 109. Telefono 333 3546535);
  • Centro sociale Loris Guerzoni, tutti i pomeriggi dalle ore 15 alle 18 (via Genova, 1. Telefono 059.683336).
  • Parrocchia Corpus Domini dalle 8.30 alle 12.30 e dalle 15.00 alle 18.00, il sabato dalle 14.00 alle 18.00 (Piazzale Francia, 5. Telefono 059 690425)
volantino 25NOV.compressed-page-002